Casera Frontin, l’eccentrico domestico…

L’Enoteca 500VINI di Caorle apre i battenti nel 2008 senza significative esperienze enologiche pregresse. Col tempo, però, un paio elementi famigliari risulteranno utili, anzi utilissimi: dapprima le vendemmia nel piccolo vigneto di casa, compresi i trattamenti ed i travasi, e la ricerca di qualcosa di nuovo ed eccentrico rispetto al consumo più convenzionale. Però qualche “callo da levatappi” ce l’abbiamo anche noi e se il vigneto è circondato da boschi, è in collina, è gestito da un esperto in biodinamica ed è sorvegliato dallo sguardo attendo dei cani Donadi-Collatuzzo, allora il tempo rallenta, spunta un tagliere con pane, salame e formaggio e la bolla sparisce senza avvisare…

Ci sarà chi, giustamente, si concentrerà sul Pinot Grigio, Johanniter, Bronner e sul Solaris, sul concetto di PIWI, nel senso delle uve resistenti, ma un Esperto ci ha rivelato che la bottiglia di vino migliore è quella che termina senza accorgersene.

A nostro modesto parere Casera Frontin appartiene a questa cerchia di vini… Provare per credere!