Caorle: Bandiera Blu anche per il 2009!

logo Bandiera Blu Caorle 2009Caorle è nuovamente Bandiera Blu, cioè rispondente ai criteri della FEE, la Fondazione per l’Educazione Ambientale.

La Bandiera Blu viene assegnata per i valori fondamentali al servizio del cittadino e del turista, quali: la qualità delle acque e della costa, i servizi e le misure di sicurezza, l’educazione ambientale, la qualità della vita ed il rispetto dell’Ambiente.

Le Bandiere Blu delle coste della Regione Veneto

Le Bandiere Blu delle coste della Regione Veneto

Interessante è verificare quale sia la rilevanza della Bandiera Blu di Caorle nel complesso dei riconoscimenti per l’intera area costiera della Regione Veneto.

Sei tredicesimi delle segnalazioni per la Regione Veneto riguardano direttamente o indirettamente Caorle a testimonianza delle capacità degli operatori locali ed anche della versatilità dell’offerta turistica di Caorle: due darsene (Orologio e Marina 4), 3 lidi (Caorle Capoluogo, Duna Verde e Porto santa Margherita) ed un’area naturalistica (Vallevecchia).

In Italia
Saranno ben 227 le spiagge che nel 2009 si fregeranno delle Bandiere Blu: + 12 rispetto il 2008 e circa il 10% delle spiagge premiate a livello internazionale; le localita’ dove sventolerà la Bandiera Blu in Italia sono 113 (+ 9 in Italia).

16 bandiere
Toscana (+ 1, Pietrasanta in provincia di Lucca)
Marche (+1, Mondolfo in provincia di Pesaro-Urbino)
Liguria (+2, Savona-Fornaci in provincia di Savona e Ameglia-Fiumaretta in provincia di La Spezia)

13 bandiere
Abruzzo, stabile

12 bandiere
Campania

8 bandiere
Emilia Romagna, stabile

7 bandiere
Puglia, +2

6 bandiere
Veneto, + 1

4 bandiere
Sicilia, +1
Calabria, +1
Lazio, +1

2 bandiere
Friuli Venezia Giulia
Sardegna

1 bandiera
Molise, – 1
Basilicata.

A livello di Mediterraneo, l’Italia si colloca al 5° posto dopo Spagna, Grecia, Turchia e Francia.

Segue la descrizione che Wikipedia fà della Bandiera Blu.

La Bandiera Blu è un riconoscimento conferito dalla FEE (Foundation for Environmental Education) alle località costiere europee che soddisfano criteri di qualità relativi a parametri delle acque di balneazione e al servizio offerto, tenendo in considerazione ad esempio la pulizia delle spiagge e gli approdi turistici.

Istituita nel 1987, anno europeo per l’ambiente, la campagna è curata in tutti gli stati europei dagli organi locali della FEE che, attraverso un Comitato nazionale di Giuria, effettuano delle visite di controllo delle cittadine candidate per poi proporre alla FEE Internazionale le candidature della nazione.

Il riconoscimento viene assegnato ogni anno a spiagge in più di trenta paesi del mondo in Europa, Sudafrica, Nuova Zelanda, Canada e nei Caraibi secondo i criteri scelti dalla FEE.

La Bandiera Blu viene consegnata per due meriti: la Bandiera Blu delle spiagge certifica la qualità delle acque di balneazione e dei lidi, mentre la Bandiera Blu degli approdi turistici assicura la pulizia delle acque adiacenti ai porti e l’assenza di scarichi fognari.

Bandiera Blu delle spiagge

Le principali regole di giudizio tenute in considerazione dalla FEE per l’assegnazione della Bandiera Blu delle spiagge sono le seguenti:

  • assoluta validità delle acque di balneazione;
  • nessuno scarico di acque industriali e fognarie nei pressi delle spiagge;
  • elaborazione da parte dei Comuni di un piano per eventuale emergenza ambientale;
  • elaborazione da parte del Comune di un piano ambientale per lo sviluppo costiero;
  • acque senza vistose tracce superficiali di inquinamento (chiazze oleose, sporcizia, ecc.);
  • spiagge allestite con contenitori per rifiuti in numero adeguato;
  • spiaggia tenuta costantemente pulita;
  • dati delle analisi delle acque di balneazione a disposizione;
  • facile reperibilità delle informazioni sulla Campagna Bandiere Blu d’Europa;
  • iniziative ambientali che coinvolgano turisti e residenti;
  • servizi igienici in numero adeguato nei pressi della spiaggia;
  • collocamento di salvagenti ed imbarcazioni di salvataggio;
  • assoluto divieto di accesso alle auto sulla spiaggia;
  • assoluto divieto di campeggio non autorizzato;
  • divieto di portare cani sulle spiagge non appositamente attrezzate;
  • facile accesso alla spiaggia;
  • rispetto del divieto di attività che costituiscono pericolo per i bagnanti;
  • equilibrio tra attività balneari e rispetto della natura;
  • servizi di spiaggia efficienti;
  • accessi facilitati per disabili;
  • fontanelle di acqua potabile;
  • telefoni pubblici dislocati vicino la spiaggia.

Bandiera Blu degli approdi turistici

I criteri per l’assegnazione della Bandiera Blu degli approdi turistici sono:

  • le acque del porto e quelle prospicienti non sono visivamente inquinate;
  • fognature non riversano nel porto;
  • presenza di attrezzature per la raccolta di residui di olio, vernici e prodotti chimici;
  • salvagenti e attrezzature di pronto intervento;
  • informazioni ambientali fornite dalla Direzione;
  • informazioni relative alla Campagna Bandiere Blu fornite dalla Direzione;
  • possibilità di smaltire le acque di sentina e delle toilettes delle imbarcazioni;
  • accorgimenti per lo smaltimento dei residui di lavorazione cantieristica;
  • luci ed acqua potabile in banchina.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: